sabato 21 ottobre 2017

Zaful Wishlist | Fall Sweaters*

Sono una grande amante dell'abbigliamento dei mesi freddi: cardigan, collant, sciarpe e soprattutto maglioni. Ne ho tantissimi, di diverse fantasie e colori ma, ovviamente, non abbastanza.
Il post di oggi è in collaborazione con il sito Zaful e vorrei presentarvi la mia selezione di fall sweaters in linea con i trend autunnali di quest'anno.

Fonte

Uno dei trend più in voga di questa stagione è quello del lace up. Il dettaglio dei lacci mi piace molto sia sulla schiena sia sul davanti. Soprattutto in quest'ultimo caso, trovo che sia molto femminile e sensuale:

Altro trend che apprezzo molto per la sua semplicità è quello del lantern sleeve. Riesco perfettamente ad immaginarmi questo maglioncino con una gonna in simil pelle con linea ad A e un paio di stivaletti con il tacco:

Oversized Lantern Sleeve Sweater - Off-White


I dettagli sulla schiena mi piacciono tanto. Nel mio armadio ho una vasta selezione di maglioni che sul davanti appaiono semplici e a tinta unita ma che poi sulla schiena hanno una decorazione. Trovo delizioso questo maglioncino con la zip posteriore. Inoltre ha un colore, il grigio, estremamente versatile (quanto è semplice abbinare un rossetto quando si è vestiti di grigio?):

Boat Neck Back Zipper Knitted Top - Deep Gray

Prima di chiedervi che cosa ne pensate della mia selezione, vorrei spendere due parole sul sito. Conoscevo lo shop online di nome tramite altri blog e canali youtube stranieri che seguo. In occasione di questo articolo ho aperto il sito e ho sbirciato tra le varie categorie. La navigazione è davvero semplice ed intuitiva. La varietà di articoli, tra abbigliamento e accessori è quasi infinita e i prezzi sono già molto competitivi di base. In aggiunta, gli sconti sono consistenti e frequenti.

Siete anche voi amanti dei maglioni? Cosa ne pensate della mia selezione? Conoscete il sito Zaful? Fatemi sapere tutto nei commenti!

*Il post è in collaborazione con Zaful

domenica 17 settembre 2017

Top 5 Under 5€ | Makeup Edition

Di recente, la bellissima Marta di Caffelatte For Breakfast ha pubblicato un post/video dei suoi dieci prodotti preferiti sotto i 10€.  Su questi lidi, era già apparsa la mia versione dei top ten under ten però, complice la lettura del citato articolo, mi è venuta voglia di cercare nel mio arsenale i migliori prodotti low cost e di ampliare il mio vecchio post. 
Oggi vorrei dunque proporvi la mia versione dei top 5 under 5€, ovvero i migliori cinque prodotti al di sotto dei 5 euro. Sapete una cosa? Non è stato per niente difficile scegliere i prodotti in questione e vi assicuro che tutti e cinque sono formidabili.
Il mio blush preferito in assoluto è Flamingo di Alverde. Nella recensione dedicata l'ho definito il blush perfetto e, ancora oggi, nessuno mi ha rubato il cuore tanto quanto lui (side note: famiglia a parte, loro li amo più di questo blush). Dura tantissimo e dona subito un effetto salute al viso. Insomma, la perfezione a meno di 4 euro (io lo pagai 3,45€). L'unica nota dolente è, come sempre quando si parla di Alverde, la reperibilità.
Uno dei miei rossetti preferiti in assoluto costa circa 4,50€ ed è l'Ultimate Colour 340 Berry Bradshaw di Catrice. Anche per lui ho scritto una recensione apposita (click) che vi riassumo come segue: colore meraviglioso, confortevolezza estrema e ottima durata. Al momento ho solo questa colorazione ma Catrice offre una gamma molto ampia che non escludo di esplorare nel dettaglio.
Devo assolutamente ricordarmi di scrivere una recensione anche per P2 Line + Color Contouring Matte  Eyeshadow nella colorazione 020 Peanut Butter Biscuit, trio che contiene due tra i marroni opachi più belli (si color biscotto, sto parlando proprio di te) che ho. L'eyeliner nero non è nulla di che onestamente ma gli ombretti sono fenomenali e molto utili, essendo due tonalità che aiutano in tutti i tipi di trucco. P2 è finalmente arrivata in Italia e sono più che sicura di avere intravisto anche questo prodotto tra gli scaffali. Io lo acquistai in Germania al costo di 3,65€.
In una classifica di makeup low cost non poteva certo mancare Essence. E infatti gli ultimi due prodotti di cui vorrei parlavi sono il pluricitato Make Me Brow e l'I Love Stage Eyeshadow Base. Il gel per sopracciglia del brand tedesco, è uno di quei prodotti che regolarmente termino e puntualmente riacquisto. Ha uno scovolino dalla dimensione perfetta, riesco a sistemare le mie sopracciglia (folte di natura) senza sporcarmi. E' un prodotto colorato ma non vi basta da solo a riempire i buchetti. E' un portento però nel tenere le sopracciglia a posto e in ordine tutto il giorno. A fine giornata, risultano sempre come appena fatte anche con 30 e passa gradi e un'umidità infernale. Per circa 3,50€ è un must have del mio beauty.
Non ho provato molti primer occhi, solo il Primer Potion di Urban Decay e questo di Essence. Avendo la palpebra oleosa, l'unica cosa che chiedo al primer occhi è di migliorare la tenuta degli ombretti in polvere e di fare si che resistano il più a lungo possibile. Con soli 3,50€ ho ottenuto ciò che chiedevo. Questa è una signora base per gli ombretti. Essendo poi color carne va a cancellare tutte le discromie presenti sulle palpebre e gli ombretti resistono bene per parecchie ore.
Non è necessario spendere cifre astronomiche per avere dei trucchi validi e performanti, a volte bastano meno di cinque euro.
Ma ora ditemi, conoscete ed utilizzate qualche prodotto menzionato in questo post? Quali sono i vostri preferiti low cost? Vi piacerebbe che questa top 5 under 5 diventasse una sorta di rubrica? Fatemi sapere tutto nei commenti!

lunedì 28 agosto 2017

St. Ives Apricot Scrub & Biogei Detox Mask | Review



Si ritorna a parlare di skincare da queste parti, un fronte del mondo beauty che mi appassiona e mi incuriosisce sempre di più. Oggi in particolare vorrei raccontarvi dei prodotti che utilizzo per la pulizia settimanale del viso. Non ho una routine particolarmente complicata, la mia pelle gradisce l’utilizzo di soli due prodotti. Ho notato che ciò che ha fatto e che fa la differenza è la costanza. Dopo questa notizia scioccante, parliamo del famosissimo Apricot Scrub di St. Ives e della Maschera Detox di Biogei (in collaborazione con L’Estetista Cinica).


Un prodotto esfoliante e un prodotto purificante, ecco tutto ciò di cui la mia pelle ha bisogno ogni settimana.


Come suggerisce il nome, l’Apricot Scrub del marchio St. Ives è uno scrub viso all’albicocca, i cui granuli costituiscono parte della componente esfoliante del prodotto uniti ad una parte più cremosa. L’effetto scrubbante è molto buono, direi alto in una scala che comprende basso, medio, alto e molto alto. Dopo essermi inumidita il viso, ne prelevo una piccola quantità e comincio a massaggiarla, evitando il contorno occhi e concentrandomi maggiormente sul mento (mio punto critico), con movimenti circolari senza fare troppa pressione. Lo scrub agisce e lavora bene anche senza utilizzare forza. Una volta risciacquato il tutto, la pelle del viso è al tatto liscia, levigata e leggermente più luminosa. Un enorme punto a favore di questo prodotto è che non lascia la (mia) pelle che tira o arrossata, ricordo però che la mia è mista e non particolarmente sensibile. Anche utilizzandolo due volte a settimana, non noto alcun tipo di problema.

La profumazione di questo scrub non si avvicina, purtroppo, a quella dell’albicocca. Ha un odore di chimico che onestamente non mi turba ma avrei preferito qualcosina di più naturale.  Sulla confezione, un pratico tubetto bianco, viene riportato che il prodotto ha il 100% di esfolianti naturali, che è oil, sulfate e paraben free e dermatologicamente testato. Tuttavia non si tratta di un prodotto dall’inci verde come si può vedere dal suo inci completo. All’interno del tubetto sono contenuti 170g di prodotto, prodotto che non viene venduto fisicamente in Italia. Lo potete trovare su Amazon e il costo si aggira intorno ai 10€. È però facilmente reperibile in Inghilterra e in America ad un prezzo molto competitivo (io lo comprai negli USA a meno di 5$). Una validissima alternativa al St. Ives è lo Scrub Mask Albicocca di Bottega Verde, provato e terminato qualche anno fa. Le differenze sostanziali stanno nel packaging (BV lo propone in un barattolo) e nel livello di esfoliazione. Ricordo che quello del marchio toscano era leggermente più delicato.
L’altro prodotto di cui non posso più fare a meno, è una maschera per il viso. Fortunatamente non soffro di acne o brufoletti, ho però qualche punto nero nella zona del mento e i pori leggermente dilatati ai lati del naso. Fatta questa premessa, le maschere per il viso che utilizzo sempre, sono quelle ad effetto purificante. Quando da OVS mi sono imbattuta nella linea Detox di Biogei tested by l’Estetista Cinica, ho dovuto prendere la maschera.
 

Partiamo dall’aspetto che più amo di questo prodotto, ovvero la sua consistenza. È cremosa sì, ma tendente quasi al gel, estremamente semplice e veloce da applicare. Rimane quasi fresca sul viso, anche trascorsi i 10-15 minuti di posa, la pelle non tira e non sento il bisogno impellente (come succede invece con la maschera all’argilla rosa di Cattier) di rimuoverla. Ah, la profumazione è estremamente delicata, a me ricorda leggermente quella del cubetto di lievito che si scioglie nell’acqua tiepida quando faccio l’impasto delle tigelle (si, sono decisamente disturbata). Il colore di questa maschera vira verso il fango e più a lungo il prodotto è sul viso, più questo diventa trasparente. Io la applico una volta a settimana, spesso dopo lo scrub, e la lascio agire tranquillamente 15 minuti. Una volta trascorso questo arco temporale, risciacquo il tutto con acqua. La pelle è morbidissima e più luminosa. Immediatamente noto che i pori ai lati del naso si sono fatti più piccoli e sono molto meno evidenti (effetto che dura abbastanza nel tempo e che non è immediato e temporaneo) e che la lucidità che, a volte di più e a volte di meno, la mia pelle mista si porta dietro, è sparita (e non compare nel corso della giornata in cui utilizzo la maschera). Quindi effetto sebo normalizzante e astringente davvero ottimo. Per quanto riguarda l’effetto antimpurità non posso gridare al miracolo: i punti neri non scompaiono come per magia, sono però tenuti a bada e soprattutto non noto l’insorgere di nuove imperfezioni. La maschera Detox di Biogei non contiene parabeni, coloranti e oli minerali ed è dermatologicamente testata. I prodotti Biogei tested by l’Estetista Cinica sono reperibili nei negozi OVS. Unica nota dolente è la quantità contenuta nel tubetto, solo 50ml per circa 8€. Diciamo che per rapporto quantità/prezzo si è visto di meglio.
In conclusione. Questa combo di prodotti mi sta piacendo tanto. La pelle ringrazia perché si mantiene morbida e pulita ma, ribadisco, fondamentale è la costanza. Mi è capitato di saltare uno dei due step e la differenza, in peggio, si percepiva.
Conoscevate i prodotti menzionati in questo articolo? Quali sono i passaggi e i prodotti fondamentali della vostra pulizia del viso? Fatemi sapere tutto nei commenti!